Esami di avvocato 2012: il kit di sopravvivenza per l'esame

13 Novembre 2012

Come ogni dicembre, anche quest'anno, migliaia di praticanti avvocati si trovano a dover superare un freddo ostacolo prima di poter sentire il calore dell'atmosfera natalizia: le prove scritte dell'esame da avvocato.

Chi è “ripetente” probabilmente sa già come organizzarsi per affrontare le tre giornate (forse) più faticose dell'anno. Ma per chi è al primo tentativo (e quest'anno, grazie alla riforma dei 18 mesi, saranno in molti) potrebbe essere utile qualche consiglio pratico per affrontare al meglio quella che, oltre ad essere una prova intellettuale impegnativa, è sicuramente anche una prova fisica dura e faticosa.

E allora... ecco ciò che non potrà mancare agli esaminandi nelle giornate dell'11, 12 e 13 dicembre prossimi:
1) 3 o 4 penne nere identiche e, volendo, anche una matita per sottolineare i codici;
2) segnalibri adesivi;
3) orologio (importantissimo per tenere d'occhio il tempo ed organizzare le 7 ore al meglio: il cellulare va consegnato all'ingresso, non avrete altro modo per conoscere l'ora);
4) tappi per le orecchie: in un palazzetto pieno di persone è impossibile pretendere il silenzio assoluto, ma la concentrazione può migliorare con le orecchie tappate;
5) cibo, bevande e... cioccolatini: prendersi una piccola pausa pranzo è fondamentale per recuperare le energie e staccare la spina per qualche minuto;
6) non è raro vedere thermos pieni di caffè o tè caldo passare di banco in banco: è un ottimo modo per riscaldarsi, ma è meglio non abusarne perchè per le prime non sarà possibile andare in bagno, senza contare gli effetti collaterali della troppa caffeina o teina...

Assolutamente sconsigliati i bigliettini: è importante contare sulla propria preparazione e memorizzare mentalmente la procura alle liti e lo schema degli atti (in genere quello seguito nei propri anni di pratica non è sbagliato), evitando il rischio di essere scoperti a copiare e cacciati, buttando via, di fatto, un'occasione che, per ora, si ha una sola volta all'anno (con la riforma forse saranno due).

Per quanto riguarda l'abbigliamento, poi, la prima regola è puntare alla comodità più che all'eleganza. In sede d'esame l'apparenza non conta: gli scritti saranno corretti da una commissione lontana centinaia di chilometri che giudicherà la sostanza senza conoscere le “facce” degli autori degli elaborati.
Inoltre, a dicembre, presumibilmente, la temperatura esterna sarà piuttosto fredda ed è probabile che quella interna ai palazzetti non sia poi tanto diversa: per di più, stando seduti e fermi per 7 ore è normale percepire una temperatura ancora inferiore rispetto a quella effettiva. Bisogna mettere in conto, però, che lo stato di agitazione ed ansia potrebbe anche causare improvvisi innalzamenti della temperatura corporea. Niente panico: l'ideale è vestirsi a strati.
L'occorrente per improvvisi attacchi di caldo/freddo potrebbe essere questo: maglione, maglietta, t-shirt, sciarpa, guanti (con le dita bucate per scrivere più agevolmente), scaldacollo, poncho di lana, scarpe calde.

Per esercitarti nella redazione di pareri e ricevere comodamente online a casa una valutazione sul tuo lavoro, leggi le nostre tracce, svolgile e sottoponile ai nostri avvocati utilizzando il servizio preparazione esame avvocato.

Svolgi il tuo parere e fallo valutare dall'avvocato


Vedi le tracce


Dizionario giuridico

Non ti sono chiari alcuni termini?
Levati ogni dubbio

Dizionario giuridico.

Vieni a dire la tua ...

Quello che pensi ... e' importante per noi ...
 

Visita il nostro forum.

Synet S.r.l., Piazza Pinelli 1/3, 16124 GENOVA,  tel 010 2091060, fax 010 8992088, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
C.F., P. IVA e n. di iscrizione alla CCIAA di Genova 02098800994 - capitale sociale 10.000,00 euro