Benvenuto, Ospite
Nome Utente Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO: La strda da seguire...

La strda da seguire... 3 Anni, 11 Mesi fa #341

Buongiorno, volevo delle precisazioni e indicazioni su come risolvere un eredita complessa.

Mi spiego meglio,
Una casa di proprietà di mio nonno é stata ceduta a mio padre con atto di assistenza e all atto gia sposato con mia madre, da cui ha avuto 2 figli,, dopo alcuni anni muore mia madre, mio padre si risposa e ha un altra figlia. Ora è morto anche mio padre.
Quindi gli eredi rimasti sono 2 figli con prima moglie, seconda moglie con un altro figlio.

Secondo questa situazione quali sono le percentuali a testa tra gli eredi?
Cosa bisogna fare per mettere le carte apposto visto che dalla morte di mia madre non è stato fatto alcun atto? La situazione la ricostruisce il notaio o un ingegnere?
Grazie...

Re: La strda da seguire... 3 Anni, 11 Mesi fa #342

Ingegnere???

Ovviamente un Notaio o un Avvocato.

La circostanza che Suo padre fosse sposato non è sufficiente. Occorre verificare quale fosse il regime patrimoniale dei suoi genitori (se sposati prima del 1975, scelta della comunione legale o separazione dei beni) e il tipo di atto "atto di assistenza???" con il quale il bene è stato ceduto a Suo padre.

Solo dopo possiamo parlare di quote e percentuali.

Cordialmente,

Luigi Marino
Avv. Luigi Marino
00195 Roma - Viale Carso, 57

tel. +39 6 37 28560-1
fax: +39 6 3728560

www.marinolex.com

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.linkedin.com/pub/luigi-marino/3/62a/552

twitter.com/LuigiMarino1975

plus.google.com/u/0/b/118263372312853834...rileMarinoRoma/posts

This e-mail is confidential and may be protected by legal privilege. If you are not the intended recipient, you should not copy it, re-transmit it, use it or disclose its contents, but should return it to the sender immediately and delete your copy from your system. Thank you for your co-operation.

Re: La strda da seguire... 3 Anni, 11 Mesi fa #343

Si sono sposati prima del 1975 in comunione dei beni.
Dell atto sono certo perché già anni fa è stato visionato da un notaio che mi disse che aveva lo stesso valore di un atto di vendita, come se mio nonno vendeva la casa in cambio di assistenza.

Re: La strda da seguire... 3 Anni, 11 Mesi fa #344

E' un po' complicato, comunque, a titolo orientativo, consideri che, ipotizzando in forza dell'atto di assistenza che l'immobile sia stato automaticamente acquistato in comunione in favore dei suoi genitori (50% ciascuno), anche se occorre a mio avviso esaminare bene l'atto e verificare il regime patrimoniale vigente nel momento in cui si sono sposati, poiché
si parlava di comunione universale dei beni, secondo la previsione degli allora vigenti artt. 215/230 c.c. - configurabile secondo alcuni con un'intesa tacita dei coniugi medesimi - la quota entrata in successione al momento della morte di Sua madre è stata pari al 50%.

Al coniuge superstite (suo padre), ipotizzando l'assenza di un testamento, spettava quindi il 33,33% dell'immobile, oltre al diritto di abitazione.
Ai 2 figli, Lei e sua sorella/fratello, complessivamente il 66,66% della quota, che corrispondono al 33,33% ciascuna.

Quindi al momento del decesso di Sua madre, avrebbe dovuto essere presentata dichiarazione di successione pari alla metà dell'immobile, e suo padre in tal modo avrebbe raggiunto per successione la quota del 67% (50% già posseduto oltre al 17%); mentre Lei e sua sorella/fratello il 17% ciascuno.

Al momento della morte di Suo padre, ipotizzando l'assenza di un testamento, la quota che è caduta in successione è pari al 67% dell'immobile.

Al coniuge superstite (la nuova moglie), spetta quindi il 33,33% della quota, pari al 22% dell'immobile, oltre al diritto di abitazione.

Ai 3 figli (due figli primo matrimonio e terza figlia nuovo matrimonio) va complessivamente il 66,66% della quota, pari al 45% dell'immobile che corrisponde al 15% ciascuno.

Quindi, Lei e Sua sorella/fratello in forza delle due successioni, dovreste ciascuna essere proprietarie del 32% (17% + 15%) dell'immobile.

La nuova moglie, come detto una quota del 22%, oltre al diritto di abitazione.
La figlia del secondo matrimonio, solo il 15% dell'immobile.

Ovviamente quando si è eredi, lo si è nel bene e nel male, e cioè nei crediti (saldo del conto corrente e dossier titoli e negli immobili posseduti, oltre che nei beni mobili registrati) ma anche nei debiti.

Ove occorra, sono disponibile, per un'analisi dettagliata della situazione. Lavoro in stretta collaborazione con mio padre, Notaio in Roma, e siamo in condizione di fornirle tutta l'assistenza in relazione alle dovute pratiche successorie e alla redazione della Dichiarazione di Successione.

Cordialmente,

Avv. Luigi Marino
Avv. Luigi Marino
00195 Roma - Viale Carso, 57

tel. +39 6 37 28560-1
fax: +39 6 3728560

www.marinolex.com

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.linkedin.com/pub/luigi-marino/3/62a/552

twitter.com/LuigiMarino1975

plus.google.com/u/0/b/118263372312853834...rileMarinoRoma/posts

This e-mail is confidential and may be protected by legal privilege. If you are not the intended recipient, you should not copy it, re-transmit it, use it or disclose its contents, but should return it to the sender immediately and delete your copy from your system. Thank you for your co-operation.

Re: La strda da seguire... 3 Anni, 11 Mesi fa #345

Grazie per i conti, ha menzionato i conti correnti.
So che mio padre aveva qualcosa alla posta forse cointestato con le 2 moglie.
Cosa devo fare per risalire a ciò è verificare se ci sono state transazioni dopo la morte? In quanto dopo 1 anno dalla morte non sono stato chiamato dalla posta.

Re: La strda da seguire... 3 Anni, 11 Mesi fa #346

Caro/a AntoAnto,

nel caso abbia ulteriori questioni utilizzi la parte del sito apposita chiedendo assistenza legale ed un preventivo gratuito, che sarà libero o meno di accettare.


Cordialmente,

Luigi Marino
Avv. Luigi Marino
00195 Roma - Viale Carso, 57

tel. +39 6 37 28560-1
fax: +39 6 3728560

www.marinolex.com

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.linkedin.com/pub/luigi-marino/3/62a/552

twitter.com/LuigiMarino1975

plus.google.com/u/0/b/118263372312853834...rileMarinoRoma/posts

This e-mail is confidential and may be protected by legal privilege. If you are not the intended recipient, you should not copy it, re-transmit it, use it or disclose its contents, but should return it to the sender immediately and delete your copy from your system. Thank you for your co-operation.
  • Pagina:
  • 1
Tempo generazione pagina: 0.42 secondi

Dizionario giuridico

Non ti sono chiari alcuni termini?
Levati ogni dubbio

Dizionario giuridico.

Vieni a dire la tua ...

Quello che pensi ... e' importante per noi ...
 

Visita il nostro forum.

Synet S.r.l., Piazza Pinelli 1/3, 16124 GENOVA,  tel 010 2091060, fax 010 8992088, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
C.F., P. IVA e n. di iscrizione alla CCIAA di Genova 02098800994 - capitale sociale 10.000,00 euro