Benvenuto, Ospite
Nome Utente Password: Ricordami

Gestione eredità genitore "incapace"
(1 Online) (1) Ospite
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO: Gestione eredità genitore "incapace"

Gestione eredità genitore "incapace" 3 Anni fa #12060

Salve, vorrei sapere quali diritti ha il nipote sull'eredità dei nonni, nel caso di genitore "incapace".

Mi trovo nella seguente situazione:

-NONNO è morto lasciando (a quanto ne so, nessuno mi ha detto nulla) una media impresa intestata 20% ad una società fiduciaria, e 80% ad un'altra società fiduciaria, non so per quale motivo sia stata intestata in quel modo + 1 grosso immobile intestato penso a loro + 1 patrimonio di cui non conosco l'ammontare.

-4 FRATELLI (i figli dei nonni), di cui:

--MIA MADRE: che è "incapace". Giuridicamente parlando non saprei andare più nello specifico, e non lo sa nemmeno lei.

--MIO ZIO: in teoria si occuperà di gestire il patrimonio ereditato da mia madre e si occupava di gestirlo anche precedentemente. Non lo conosco bene, so solo che sta avendo difficoltà economiche e ha una villa enorme. Prima che il nonno morisse, aveva in gestione un immobile (di mia madre), che ha dato in comodato gratuito ad un suo amico, contro la volontà e l'interesse di mia madre. Non ha alcun tipo di competenze economiche né a livello di istruzione e nemmeno lavorativo.

--ALTRI 2 FRATELLI (uno dei quali non sa nemmeno se ha fatto la dichiarazione dei redditi, l'altro invece è una specie di morto di lavoro che si lamenta in continuazione della sua vita)

+ IO, figlio dell'ereditiera, 22 anni, studio economia

IL PROBLEMA:
Io sono all'oscuro di tutto e non mi è mai stato detto niente da parte di nessuno, né dei nonni, né degli zii, ho solo qualche informazione inaffidabile da parte di mia madre che è una sorta di "pecora nera" della famiglia. Non so nemmeno se il nonno abbia fatto testamento, se abbia fatto una successione inter-vivos o cosa. Ho come l'impressione che io abbia il diritto di conoscere quali siano le carte in tavola e di contribuire insieme a mio zio alla gestione del patrimonio nell'interesse di mia madre che non lavora, e nel mio interesse.

La mia paura è che mio zio non utilizzi dei criteri razionali nella gestione di questo patrimonio. Inoltre, vorrebbe gestire lui il mio futuro senza nemmeno conoscermi (ci avrò parlato 30 minuti negli ultimi 2 anni), prendendo lui qualsiasi decisione a livello patrimoniale.

Alla mia richiesta di sapere l'ammontare ereditato e di sapere come i soldi verranno investiti in futuro mi ha detto che un figlio non ha diritto di gestire (e di conoscere) il patrimonio dei suoi genitori ed inoltre, mi ha offerto dei soldi e una macchina, presumo per farmi stare in silenzio.

Io ho 22 anni e studio economia. La situazione per me non ha senso.

Ciò detto, nel caso specifico, volendo tutelare l'interesse di mia madre (che va necessariamente mantenuta) ed il mio, voi che fareste?

Grazie

Re: Gestione eredità genitore "incapace" 3 Anni fa #12061

Salve,

come Le ho risolto nella precedente identica richiesta, di qualche mese fa, purtroppo dalle informazioni che ci ha dato non sono in grado di comprendere bene la situazione. In particolare, non mi è chiaro se si sia aperta o no una successione.

Posso tuttavia dirLe che in caso suo nonno passerà a miglior vita, solo allora potrà aprirsi la successione e se sono stati redatti dei testamenti, questi potranno venire a conoscenza a tutti.

Solo in quel momento i chiamati all'eredità (sua madre, con i fratelli e sua nonna) potranno decidere se accettare o meno l'eredità.

Pertanto, ove non sia stato redatto alcun testamento l’intero patrimonio caduto in successione spetterà per il 33,33% a Sua nonna, mentre il rimanente 66,66% andrà diviso tra i figli (17% ciascuno).

Probabilmente sua madre ha rilasciato una procura generale in favore di suo fratello.
Infatti, anche a prescindere dalla incapacità di sua madre di cui mi parla, sarebbero nulli gli accordi con cui si dispone di un’eredità ancora non aperta (c.d. patti dispositivi o pacta corvina).

Quello che Lei potrebbe fare è far effettuare delle ricerche ipotecarie e catastali per sapere cosa oggi è intestato a sua madre e cosa è intestato a suo nonno.

Spero di esserLe stato di aiuto, ove intenda approfondire la questione, mi scriva pure una email alla email che segue:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cordialmente,

Luigi Marino
Avv. Luigi Marino
00195 Roma - Viale Carso, 57

tel. +39 6 37 28560-1
fax: +39 6 3728560

www.marinolex.com

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.linkedin.com/pub/luigi-marino/3/62a/552

twitter.com/LuigiMarino1975

plus.google.com/u/0/b/118263372312853834...rileMarinoRoma/posts

This e-mail is confidential and may be protected by legal privilege. If you are not the intended recipient, you should not copy it, re-transmit it, use it or disclose its contents, but should return it to the sender immediately and delete your copy from your system. Thank you for your co-operation.
  • Pagina:
  • 1
Tempo generazione pagina: 0.41 secondi

Dizionario giuridico

Non ti sono chiari alcuni termini?
Levati ogni dubbio

Dizionario giuridico.

Vieni a dire la tua ...

Quello che pensi ... e' importante per noi ...
 

Visita il nostro forum.

Synet S.r.l., Piazza Pinelli 1/3, 16124 GENOVA,  tel 010 2091060, fax 010 8992088, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
C.F., P. IVA e n. di iscrizione alla CCIAA di Genova 02098800994 - capitale sociale 10.000,00 euro