Procedimento europeo per la soluzione di controversie di modesta entità

27 Maggio 2018
Il procedimento europeo per le controversie di modesta entità è un tipo di procedimento giudiziario utilizzato per fare causa ad una persona, organizzazione o società con sede in un altro paese dell'UE per un importo massimo di 2.000 euro.
 
Si tratta di un procedimento europeo per la soluzione delle controversie civili e commerciali di modesta entità, istituito con il Reg. (CE) n. 861/2007.
 
Possono avviare il procedimento non solo le persone fisiche e i consumatori, ma anche le piccole imprese nella conduzione dei loro affari oltrefrontiera.
 
Lo scopo di tale procedimento è quello di semplificare e accelerare i procedimenti e ridurne le spese.
 
E’ possibile richiedere il rimborso per beni o servizi. Ad esempio, consente di presentare un reclamo per un prodotto difettoso acquistato all'estero, in un altro paese dell'UE, oppure comprato online da qualcuno che vive in un altro paese dell'UE.
 
Il procedimento europeo riguarda le controversie transfrontialiere, cioè le controversie in cui almeno una delle parti ha domicilio o residenza abituale in uno Stato membro diverso da quello dell'organo giurisdizionale adito.
 
Si applica soltanto alle controversie di valore non superiore a 2.000 euro esclusi gli interessi, i diritti e le spese, e non comporta la rappresentanza da parte di un avvocato. E’ impostato in modo tale da essere relativamente rapido, facile da usare e meno costoso di altri procedimenti. Non sostituisce procedimenti nazionali simili ed è pertanto facoltativo; ciò significa che, qualora a una data controversia sia applicabile il procedimento europeo, di norma ne esiste anche uno nazionale a sua volta applicabile.

A decorrere dal 14.07.2017, a seguito delle modifiche introdotte dal Regolamento 2421/2015 la procedura potrà essere utilizzata per controversie, esclusi gli interessi, i diritti e le spese, di valore inferiore a 5.000 euro.

Per quali tipi di controversie si può ricorrere al procedimento europeo?
 
Il procedimento può essere applicato alla maggior parte delle controversie civili e commerciali, il cui valore, esclusi interessi, diritti e spese non superi 2.000,00 euro al momento della domanda, quali ad esempio:
• pagamento di somme di denaro;
• risarcimento di danni causati da incidenti;
• consegna di merci o altri beni mobili;
• richiesta di esecuzione di un contratto;
• cessazione o prevenzione di un illecito.

Materie Escluse
Sono escluse la materia fiscale, doganale e amministrativa, così come la responsabilità dello Stato per atti e omissioni nell’esercizio dei pubblici poteri.
Ove una controversia abbia ad oggetto una delle materie escluse, di norma il giudice che riceve la domanda ne disporrà il rigetto d’ufficio per incompetenza per materia.
Sono inoltre escluse le controversie riguardanti le seguenti materie:
a) stato o capacità giuridica delle persone fisiche;
b) regime patrimoniale fra coniugi, testamenti e successioni e obbligazioni alimentari;
c) fallimenti, procedimenti relativi alla liquidazione di imprese o di altre persone giuridiche insolventi, accordi giudiziari, concordati e procedure affini;
d) sicurezza sociale;
e) arbitrato;
f) diritto del lavoro;
g) affitto di immobili, escluse le controversie aventi ad oggetto somme di denaro;
h) violazione della vita privata e dei diritti della personalità, inclusa la diffamazione.

Come fare domanda
 
L’attore, colui che attiva il procedimento, deve compilare il modulo A allegando eventuali documenti necessari per giustificare la richiesta. I documenti possono comprendere ordini, ricevute, fatture e relazioni, corrispondenza tra le parti e anche materiale fotografico o illustrativo.
 
I moduli sono disponibili solo sul portale europeo della giustizia all’indirizzo: https://e-justice.europa.eu/content_small_claims_forms-177-it.do
 
Il modulo e gli eventuali documenti giustificativi vanno presentati a uno dei tribunali competenti.
In Italia è prevalentemente competente il Giudice di Pace del luogo di residenza dell’attore, in quanto si tratta di controversie di piccolo importo. Nei casi di competenza esclusiva per materia (previsti dalla legislazione italiana) possono essere competenti il Tribunale o la Corte d’Appello.
 
La presentazione della domanda può avvenire con consegna a mano presso la cancelleria del giudice o tramite invio per raccomandata a/r. E' possibile, che in alcuni tribunali sia consentito anche l'invio con altre modalità (telematicamente o per posta elettronica certificata, PEC). Inoltre, il cittadino/consumatore può ricevere assistenza per la compilazione dell’apposito modulo di domanda.

Fase successiva al ricevimento della domanda
Al fine di limitare i tempi processuali, la procedura si svolge in forma scritta. Il Giudice, tuttavia, può fissare una udienza se lo ritiene necessario o se viene richiesto dalle parti.
 
Una volta ricevuto il modulo di domanda e la relativa documentazione, il giudice deve anzitutto verificare che il modulo sia stato compilato correttamente.
Entro 14 giorni dalla ricevimento della domanda, il giudice informa del procedimento la parte chiamata in causa (convenuto) inviandogli il cosiddetto "modulo di replica" (Modulo C allegato al Regolamento) compilato, con allegata copia della domanda presentata dall'attore (colui che attiva il procedimento). Il convenuto può replicare alla domanda utilizzando la parte II del modulo C, oppure con un foglio separato. Alla replica devono essere allegati tutti i documenti rilevanti a sostegno delle argomentazioni del convenuto. La replica deve essere presentata entro trenta giorni dalla notifica della domanda. Il giudice deve inviare all’attore (colui che attiva il procedimento) una copia della replica del convenuto e di tutti i documenti giustificativi entro quattordici giorni dal ricevimento. L’attore ha trenta giorni di tempo per replicare alla domanda riconvenzionale; a tal fine può utilizzare il modulo di replica o inoltrare le proprie osservazioni su un foglio a parte.

La sentenza
Il giudice entro 30 giorni dal ricevimento dell'eventuale replica del convenuto, deve emettere una sentenza sulla controversia di modesta entità o richiedere ulteriori informazioni in forma scritta da ciascuna delle parti ovvero ordinare la comparizione delle parti ad un'udienza. In caso di udienza non è necessario essere rappresentati da un avvocato. La decisione del tribunale è automaticamente riconosciuta negli altri paesi dell'UE.

A cura di
Studio Legale Caracausi


The main criterion for them is your ability to repay any Wisconsin Loans Online, they are not interested in your previous attempts, the current one is all that matters. But at the same time, it acts only with sexual arousal. Viagra has a number of advantages in comparison with injections in the sexual organ or other procedures aimed at treatment of impotency.

Dizionario giuridico

Non ti sono chiari alcuni termini?
Levati ogni dubbio

Dizionario giuridico.

Vieni a dire la tua ...

Quello che pensi ... e' importante per noi ...
 

Visita il nostro forum.

Synet S.r.l., Piazza Pinelli 1/3, 16124 GENOVA,  tel 010 2091060, fax 010 8992088, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
C.F., P. IVA e n. di iscrizione alla CCIAA di Genova 02098800994 - capitale sociale 10.000,00 euro